Iniziativa Alleanza GIoiese Campagna d’Ascolto per le famiglie

440

Inizia col botto la campagna d’ascolto di Alleanza Gioiese. Oltre un migliaio i partecipanti all’evento, 350 interviste, nuove adesioni, tante giovani famiglie e, soprattutto, tantissimi bambini.

Sono stati loro i veri protagonisti di questo primo evento targato A.G.
Coccolati ed intrattenuti dalla bravura di due professioniste dell’infanzia: Roberta Managó, ideatrice e responsabile del progetto, e Patrizia Bruno, che si è occupata anche degli allestimenti, mentre il resto della squadra era attivo su tutto il piazzale antistante l’ex lido Gerace.

Un vero e proprio villaggio quello allestito da AG, che ha coinvolto attivamente tutti i militanti.

Dalla caccia all’uovo sulla spiaggia alla baby dancing, passando per il trucca-bimbi, dal laboratorio artistico per la decorazione e la pittura delle uova allo stand per la spremuta d’arancia, fino ad una sana merenda a base di frutta offerta dal dipartimento agricoltura.

Tutto è stato curato nei minimi dettagli.
“L’infanzia per noi rappresenta la tappa più importante nel cammino della vita, è il momento più delicato dello sviluppo della personalità, determina le basi di ciò che saremo da adulti. Il ruolo della famiglia, della scuola, degli spazi sociali di condivisione è, pertanto, fondamentale.” Ha dichiarato Rosario Schiavone leader del movimento e candidato a Sindaco alle prossime elezioni amministrative.

Le giuste competenze dei cittadini membri di A.G. hanno trasformato un luogo oggi spesso trascurato in un accogliente ritrovo per giovani famiglie, all’ interno di una cornice paesaggistica suggestiva.

E oltre ogni aspettativa è stato l’apprezzamento delle persone, la voglia di esprimersi, di offrire la propria testimonianza, di tornare a vivere la città.

A G. tornerà presto in campo a fare parlare di sé, con i questionari anonimi in ascolto degli umori e delle proposte della comunità. Il nostro è un movimento che nasce dal basso, dal cuore pulsante e popolare di questa città. Non abbiamo bisogno di sponsor esterni o di passerelle: siamo i figli di questa città. Che risolleveremo, senza se e senza ma.
Gioia Tauro. Prima di tutto.

Articolo precedente Ucciso e fatto sparire nel vibonese: tre indagati
Articolo successivoPorto di Gioia Tauro – 150 kg di cocaina provenienti dalla Cina