Lasciò morire la figlia di 1 anno e mezzo abbandonandola sola in casa, Alessia Pifferi può affrontare processo

210

Alessia Pifferi, la 37enne a giudizio per omicidio volontario aggravato per aver lasciato morire di stenti la figlia Diana di quasi un anno e mezzo, abbandonandola da sola in casa per sei giorni nel luglio dello scorso anno, può affrontare il processo.

Lo ha deciso la Corte d’Assise di Milano respingendo un’istanza della difesa di perizia psichiatrica sulla “capacità di stare in giudizio” dell’imputata.

Istanza di cui avevano chiesto il rigetto anche i pm Francesco De Tommasi e Rosaria Stagnaro, spiegando che la donna è sempre stata pienamente “lucida e consapevole”.

Più avanti nel processo la difesa potrà chiedere comunque una perizia sulla capacità di intendere e volere al momento dei fatti. Non l’ha fatto ancora nell’udienza di stamani.

Articolo precedente Olimpiadi di Primo Soccorso, lITIS M. Milano di Polistena ottiene il secondo posto
Articolo successivoBus precipita per 20 metri: muore autista