Operazione dei carabinieri – blitz a Rosarno: 63 arresti

5212

Dalle prime luci dell’alba di questa mattina circa 1.000 Carabinieri di Reggio Calabria, in 16 province del territorio nazionale, supportati dallo Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria e dalle rispettive articolazioni territoriali, stanno dando esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di 65 soggetti – 47 in carcere, 16 agli arresti domiciliari e 2 obblighi di dimora dal GIP del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della locale DDA,  ritenuti responsabili – in particolare – di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, porto e detenzione di armi comuni e da guerra, estorsioni, usura e danneggiamenti aggravati dalle finalità mafiose, riciclaggio e autoriciclaggio, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti.

L’indagine è stata svolta dal Nucleo Investigativo di Gioia Tauro tra il settembre 2019 e l’agosto 2020 nei confronti di elementi di spicco della <<cosca Bellocco>>(al vertice della <<società di Rosarno>>, con interessi sull’intero territorio nazionale e in diversi Paesi esteri).

Il provvedimento dell’Autorità Giudiziaria ha determinato, inoltre, il sequestro preventivo di una ditta attiva nel settore dello sfruttamento delle risorse boschive (taglio, trasporto e trasformazione del legno), utilizzata per agevolare le attività criminali della cosca, il cui valore complessivo è stato stimato in 700.000,00 euro.

Articolo precedente Qualità della vita: la Calabria rimane nelle ultime posizioni
Articolo successivoSaccomanno (Lega): Calabria ancora ultima. Indispensabile cambio di passo.