Roma, arrestato imprenditore calabrese vicino alla ndrangheta e alla banda della Magliana

Roma. L’imprenditore calabrese Pasquale Capano è stato arrestato dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma poichè, secondo gli inquirenti, collegato alla ‘ndrangheta e ad ambienti della criminalità romana (banda della Magliana e clan Casamonica). Capano avrebbe, attraverso l’utilizzo di società intestate a prestanome,  posto in essere una serie di investimenti nel settore turistico immobiliare agevolando il clan ‘ndranghetista Muto di Cetraro (Cosenza), tant’è che i beni e le aziende erano già stati oggetto di sequestro nel tempo.