San Ferdinando- identificato il cadavere trovato in mare a giugno

È di Vito Lo Iacono, comandante del peschereccio Nuova Iside affondato il 13 maggio scorso nelle acque di San Vito Lo Capo il corpo ritrovato a San Ferdinando, a giugno.
A comunicarlo l’avvocato Aldo Ruffino che assiste la famiglia del pescatore.

Sul corpo del comandante sono stati trovati due piccoli tatuaggi, raffiguranti un timone ed un cavalluccio marino che i familiari hanno riconosciuto. I tatuaggi insieme all’esame del dna hanno confermato che si tratta del comandante della Nuova Iside. Il naufragio costò la vita ad altri due componenti della famiglia Lo Iacono, Matteo e Giuseppe, padre e cugino di Vito.