Trovati un bunker e armi da guerra

Nelle giornate di lunedi’ e martedi’, i Carabinieri dello Squadrone Eliportato Cacciatori del GOC di Vibo Valentia, coadiuvati dai militari della Stazione Carabinieri di Cardeto, hanno effettuato una operazione di rastrellamento nelle aree rurali del centro montano. L’esigenza di effettuare l’operazione era collegata alla necessità di rinvenire armi munizioni, molto spesso asportate nel corso di furti in abitazione, utilizzate per la caccia illegale o per altre attività delittuose. Infatti il servizio effettuato con l’impiego di una decina di uomini in possesso di specifica e qualificata preparazione tecnico-tattica, capaci di muoversi ed operare in aree rurali e montane, è stato particolarmente fruttuoso. I militari hanno rinvenuto all’interno di casolare abbandonato, un fucile e numerose munizioni. In particolare, l’arma, un fucile Beretta calibro 12, accuratamente riposta in apposita custodia, era in perfette condizioni, pronta per essere utilizzata.

Oltre al fucile sono state rinvenute circa un centinaio di cartucce di vario tipo. Il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro per accertarne l’origine. Nel medesimo, contesto, i militari hanno fatto un importante rinvenimento. All’interno del bosco, sono riusciti ad individuare un bunker in perfette condizioni, risalente al secondo conflitto mondiale. Nel controllare accuratamente l’area circostante, si sono accorti che dal terreno affioravano delle parti di metallo, a quel punto hanno provveduto a scavare con pale e picconi riportando in superficie, due mitragliatrici pesanti, verosimilmente marca Breda, in dotazione all’esercito Italiano nel corso del secondo conflitto mondiale. Anche in questo caso le armi, residuati bellici, in pessime condizioni d’uso, sono state prelevate e custodite in idonei locali per gli accertamenti del caso.