Federica Monteleone, la Cassazione conferma sette condanne

Sulla tragica morte di Federica Monteleone, la giustizia ha definitivamente calato il suo sipario. La Corte di Cassazione a infatti confermato sette delle otto condanne emesse dalla sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro. Gli ermellini, hanno disposto l’annullamento con rinvio solamente la condanna emessa nei confronti dell’ex direttore sanitario dell’Asp di Vibo Valentia, Alfonso Luciano.

Per la morte della sedicenne vibonese, avvenuta il 26 gennaio 2007 nella sala di rianimazione dell’ospedale Annunziata di Cosenza, e dovuta ad un intervento di appendicectomia effettuato una settimana prima presso l’Ospedale Jazzolino di Vibo Valentia nel corso del quale si verificò un black out elettrico che fece bloccare ed oscurare tutti i monitor presenti nella sala operatoria, sono stati condannati con sentenza definitiva per il reato di concorso in omicidio colposo Francesco Talarico, ( 2 anni e 4 mesi); Roberto De Vincentis (2 anni), Antonino Stuppia (2 anni), Francesco Costa (1 anno e 6 mesi), Pietro Schirripa (1 anno e 4 mesi), Antonino Bruni (1 anno e 4 mesi) e Nicola Gradia (1 anno e 4 mesi).

Giustizia è stata fatta? Ad ognuno il suo personale convincimento, fatto sta che Federica Monteleone è morta, e che gli imputati, stante l’entità delle condanne non varcheranno mai le porte del carcere.