Ndrangheta, sequestrati beni per 5 milioni di euro a Cosca Bonavota

Gli uomini del Gico della Guardia di finanza di Catanzaro e dalla Squadra mobile di Vibo Valentia hannpo eseguito un sequestro disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Vibo Valentia su beni per un valore di cinque milioni di euro, riconducibili a presunti affiliati della cosca Bonavota, operante sul territorio di Sant’Onofrio e Stefanaconi. In particolare tra i beni sequestrati risulta esserci una rivendita di tabacchi ubicata a Roma e riconducibile a Pasquale Bonavota, 39 di anni, ritenuto dagli inquirenti elemento apicale della consorteria, attualmente sotto processo nell’ambito del giudizio d’appello del processo nato dall’operazione antimafia “Uova del drago” scattata nell’ottobre del 2007.