Presentato a Bagnara il Bando Regionale sulla Internazionalizzazione delle aziende

E’ stato presentato a Bagnara Calabra, presso la sala convegni del Grand Hotel Victoria, il bando per la realizzazione dei consorzi per l’internazionalizzazione. L’iniziativa, voluta dai comuni dell’area dello stretto e, in particolare, dai sindaci di Bagnara, Cesare Zappia, di Villa San Giovanni, Rocco La Valle e di Scilla, Pasquale Caratozzolo, con il supporto e la collaborazione dell’assessorato regionale all’Internazionalizzazione guidato da Luigi Fedele, è servito ad  illustrare, alle numerose aziende intervenute, le opportunità previste dal Bando e le molteplici attività che nel corso dell’anno svolge il dipartimento internazionalizzazione della Regione Calabria.
A spiegare nello specifico i contenuti del Bando sono stati  Luigi Zumbo e Pier Luigi Mallamo, consulenti dell’assessorato, che hanno evidenziato gli aspetti legati alla parte burocratica, soffermadosi sugli adempimenti necessari per la formulazione di un progetto che regga alla prova di mercati esteri sempre più esigenti e qualificati.

Ad intervenire in rappresentanza dei comuni dell’area della Costa Viola il sindaco Cesare Zappia per Bagnara, l’assessore Giovanni Siclari per il comune di Villa San Giovanni e il Vice Sindaco Loredana De Lorenzo per il comune di Scilla. Tutti concordi nel mettere in risalto l’importanza di iniziative di questo tipo in un’area a forte vocazione turistica e con potenzialità enormi “ancora non adeguatamente valorizzate”, spronando le aziende a farsi parte attiva in un processo che le veda protagoniste, attraverso la collaborazione con la Regione, di un nuovo modo di promuovere i propri prodotti all’estero.

Il Bando, che ha una dotazione pari a 3.000.000,00 di euro, persegue l’obiettivo di stimolare processi di aggregazione e collaborazione fra le imprese calabresi nella convinzione che la formula consortile, con la possibilità di sfruttare il maggior peso contrattuale, possa costituire un utile strumento per rafforzare e consolidare, presso il cliente o consumatore finale, il brand Made in Calabria. I beneficiari del finanziamento sono aggregazioni di aziende per costituite in forma di società consortile da almeno cinque piccole e media imprese industriali, artigiane, turistiche, di servizi e agroalimentari, con propria unità produttiva nel territorio della Regione Calabria. Il contributo massimo per ciascun programma promozionale selezionato è pari a 200.000,00 euro, da investire per promozionare, con vetrine espositive nei mercati esteri e adeguate campagne pubblicitarie, con la partecipazione a fiere internazionali, l’organizzazione di missioni commerciali e il supporto per l’acquisizione di servizi specialistici, le peculiarità e la bontà dei prodotti calabresi.

Soddisfatto l’assessore all’Internazionalizzazione Luigi Fedele che, nel suo intervento, ha sottolineato “l’importanza di promuovere il prodotto  Calabria nel suo insieme, per farlo uscire  da un isolamento molte volte figlio di una mancanza di comunicazione e di informazione, ed allo stesso tempo superare la diffidenza verso chi è preposto, in questo caso la Regione,  a svolgere una funzione di stimolo, indirizzo e coordinamento. Ed è questo lo scopo dell’incontro – ha affermato – fare conoscere alle aziende le  opportunità di un settore che, attraverso bandi pubblici, e le tante iniziative che vengono svolte dall’assessorato all’Internazionalizzazione nel corso dell’anno, vi è la possibilità di promuovere al meglio i propri prodotti su mercati fino a ieri poco considerati, o addirittura sconosciuti. L’area dello stretto, e in particolare la Costa Viola – ha concluso – hanno necessità di mettere in vetrina su palcoscenici internazionali i loro prodotti, proprio per superare l’individualismo che finora ne ha condizionato la crescita e lo sviluppo. Oggi le condizioni ci sono tutte, tocca alle aziende dare una risposta positiva e raccogliere le opportunità offerte dal Bando.”