Albergatore italiano ucciso in Senegal

Un albergatore di Monte San Savino (Arezzo) è stato trovato morto nell’albergo in cui alloggiava a Dakar, in Senegal . L’uomo, Gaetano Uva, 60 anni, non dava più notizie di sè, neanche alla madre, dal 28 gennaio, data del suo arrivo nella capitale senegalese. La sera del giorno successivo è stato trovato il suo cadavere, anche se la notizia è stata appresa in Italia solo ieri. L’uomo alloggiava all’Hotel Hong Kong dove è stato rinvenuto il suo corpo la sera del 29 gennaio. A Monte San Savino Uva gestiva il B&B “Casa Bianca”. Secondo fonti certe In paese aveva convissuto con una ragazza di colore, una relazione tormentata , dicono gli abitanti , che aveva addirittura portato la donna a rivolgersi ai servizi sociali e lasciare l’abitazione di Monte San Savino per  spostarsi in una residenza protetta. La polizia senegalese ora sta indagando su quanto potrebbe essere successo in quella camera di albergo dove Gaetano Uva ha incontrato la morte. Intanto sono in corso le pratiche per il rientro che potrebbero non essere brevi.