Forza Italia Rosarno: confusione aleggia nella compagine amministrativa

Le recenti dimissioni del Dirigente della II^ U.O.C. Arch. Luciano Macrì hanno creato nuovo scompiglio negli assetti della maggioranza atteso che alla ormai certificata situazione di stallo politico, dovuta alle croniche diatribe interne ai partiti che la compongono, si è aggiunta anche quella di stallo amministrativo con una redistribuzione di incarichi dirigenziali che ha mostrato tutto il disagio che regna nella gestione del res pubblica.

La nomina del Segretario Alati a capo della unità rimasta vacante, la riassegnazione al Vice Comandante dei VV.UU. della responsabilità della I^ U.O.C. (dalla quale era stato precedentemente allontanato con il primo atto di indirizzo subito dopo il nuovo insediamento), la revoca della delega ai lavori pubblici all’Assessore De Maria (cui è stato lasciato il contentino della frazione Bosco) rappresentano i segni della confusione che aleggia nella compagine amministrativa costantemente costretta ad iperboliche acrobazie per mantenersi in sella.

In tutto questo bailamme a pagare dazio sono solo i cittadini i quali sono nel frattempo costretti a fare i conti con interi quartieri aventi strade dissestate (c.da Iudicello, c.da Zippone, via Catullo, via Modigliani, ecc.), con la spazzatura che sta nuovamente riempiendo anche le vie principali, con la questione degli immigrati extracomunitari che sta divenendo un fenomeno sempre più incontrollato anche per il paventato pericolo alla salute pubblica ad esso connesso, con la presunta elevata incidenza dell’inquinamento atmosferico sui troppi e apparentemente ingiustificati casi di tumore riscontrati tra la popolazione.

Tutte questioni di vitale importanza che rivendicano attenzione e che sembrano non interessare l’attuale amministrazione.

Gruppo Consiliare Forza Italia