Forza Italia Rosarno: le primarie del pd sono state una sconfitta personale del Sindaco Tripodi

Riceviamo e pubblichiamo

Le manifeste illazioni del segretario del PD rosarnese Stefania Mancuso in merito alle presunte ingerenze esterne alla sinistra nelle votazioni delle primarie per eleggere il segretario regionale del partito rappresentano l’ulteriore riprova del nervosismo che aleggia nel locale circolo, traumaticamente segnato da feroci lotte intestine che ne hanno minato la base fino a ridurla ormai a espressione di pochi intimi.

I dati emersi negli appuntamenti elettorali del biennio appena trascorso testimoniano un PD sempre in vorticosa discesa, al punto che, come più volte da noi ribadito, c’è un grave deficit di rappresentatività politica in seno al consiglio comunale che pone un serio interrogativo sul rispetto dell’etica politica da parte dei suoi rappresentanti.

Le primarie PD che vedevano il Sindaco Tripodi al secondo posto in lista a sostegno del candidato risultato largamente perdente a Rosarno, hanno segnato una sconfitta personale del nostro primo cittadino che è evidente non abbia più quel consenso che lo legittima a issarsi a vessillo della nostra comunità.

Una sincera presa d’atto di questo mutato (e non da oggi) scenario politico dovrebbe indurre a una seria riflessione il Sindaco circa l’opportunità di rassegnare le sue dimissioni come atto di responsabilità verso la cittadinanza che invoca quella svolta tanto decantata a parole ma che nei fatti non è mai riuscita a imprimere.

Sezione Forza Italia Rosarno