Pacifici (Cgil Rc-Locri): Preoccupati per quanto sta accadendo in città. Il nostro sostegno va al lavoro della Magistratura e delle forze dell’ordine

Riceviamo e pubblichiamo

Reggio Calabria – “Siamo preoccupati per quanto sta accadendo a Reggio Calabria, dopo gli ultimi episodi di intimidazioni e violenze che hanno ferito profondamente questa città. E lo siamo ancora di più in un momento così delicato e difficile che sembra riportarci indietro nel tempo, quando imperversavano le guerre di ‘ndrangheta e i fatti di cronaca si registravano quotidianamente”. Con queste parole, il Segretario Generale della Cgil del Comprensorio Reggio Calaria-Locri commenta quanto accaduto la notte scorsa nella città dello Stretto.

“Come Organizzazione Sindacale – spiega il Segretario – siamo, da sempre, in contrasto contro la ‘ndrangheta e ci battiamo e continueremo a batterci per la tutela di quella parte sana e attiva della cittadinanza che sta vivendo, in queste ore, un clima di tensione e di insicurezza che ci allarma. Siamo convinti che, solo attraverso la Giustizia e la legalità, passi il vero cambiamento. Un cambiamento culturale e di azione che come Cgil stiamo portando avanti attraverso le nostre iniziative”.

“Esprimiamo il nostro sostegno – conclude Mimma Pacifici – alla Magistratura e alle forze dell’ordine che operano sul nostro territorio, spesso in condizioni precarie per la carenza di uomini e mezzi”.